CULTURA
  ·   Musei
  ·   Parole sul Lago
  ·   Libreria
  ·   Leggende
  ·   Concorso di Poesia

Il diavolo e le due ragazze

Esisteva una volta la credenza che, a chi stava alzato oltre la mezzanotte, comparisse il diavolo.

Si narra che un giorno due ragazze, che abitavano a poca distanza l'una dall'altra, avessero deciso di preparare alcuni dolcetti all'insaputa dei rispettivi genitori.
Così, scese la sera, mentre tutti ormai dormivano, una delle due giovani si recò a casa dell'altra e, insieme, si misero a impastare e cuocere, conversando allegramente.
Era da poco trascorsa la mezzanotte quando l'amica della padrona di casa vide sotto il letto di questa un uomo con le zampe di capra. Spaventata, disse all'amica che le era venuto un gran mal di testa e, di corsa, si diresse verso a casa.
Appena quella fu uscita, il misterioso uomo lasciò il suo nascondiglio e si sedette accanto alla giovane rimasta sola che, ignara della sua presenza, continuò a impastare e cuocere.
A un tratto, però, la farina e lo strutto finirono e la ragazza, volgendosi, vide quell'essere seduto nella stanza.
Dopo un attimo di stupore, la giovane notò i piedi di capra e, riconosciuto il diavolo, pensò di fuggire con la scusa di andare a prendere altra farina. Ma il diavolo, essendo molto furbo, non credette alle sue parole e la trascinò via con sè, incurante del suo pianto e delle sue preghiere.


@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597