CULTURA
  ·   Musei
  ·   Parole sul Lago
  ·   Libreria
  ·   Leggende
  ·   Concorso di Poesia

Le streghe del Tonale

Nel XVI sec., in un'epoca densa di storia, di papi e di eresie, numerosi scritti, oggi ritrovati, riportavano le tristi e numerose vicende di stregonerie, che ebbero come vittime designate le donne.

Quelle pagine costituiscono la macabra testimonianza di un'era in cui credenze pseudo-religiose frammiste a paura e ignoranza causarono innumerevoli morti.
Uno scrittore del 1518 scriveva di un gruppo di streghe che avevano eletto il monte Tonale a dimora preferita per i loro riti satanici.
Carlo Miani narra di giovani donne che, istigate dalle stesse madri, dopo aver tracciato in terra una croce, vi sputavano sopra e la calpestavano, pronunciando orribili parole.
Quindi, compariva loro il cavallo del demonio, su cui montavano in sella per essere condotte sulla vetta del Tonale, dove partecipavano a sontuosi banchetti.
In cambio del loro disprezzo verso la croce esse ottenevano bellezza e giovinezza, doni certo preziosi per chi non considerava il valore della propria anima!


@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597