Credaro

A poca distanza dal Comune di Sarnico, disteso alle pendici del piccolo colle di Montecchio tra il Torrente Uria ed il fiume Oglio, troviamo l’abitato di Credaro. Il paese si snoda in prevalenza a ridosso della strada provinciale della valle Calepio e non a torto è ritenuto uno dei centri dove sono più rilevanti le testimonianze architettoniche medievali.
In vetta al colle di Montecchio, in prossimità del nucleo abitato sorge l’omonimo castello; l’edificio, oggi ubicato all’interno di un’area residenziale privata, fu trasformato alla fine del XVIII secolo dall’architetto austriaco Pollak, il quale, da preesistenti costruzioni civili e religiose, ricavò una sontuosa villa patrizia. Sono ancora visibili le poderose mura di sostegno di un’antica fortificazione che qui dominava sulla valle Calepio e sull’Oglio, trasformata poi nel 1460 in monastero dei Padri Serviti (ordine poi soppresso nel 1767).
L’elegante chiostro quattrocentesco del monastero fu rinvenuto solo nel 1926 durante alcuni lavori di restauro dell’edificio. La torre che attualmente sovrasta il castello fu edificata nel 1862.
Da Castel Montecchio si attraversa il paese fino a prendere a sinistra la Via S.Francesco, dove si incontra un interessante palazzo cinquecentesco, la settecentesca Parrocchiale e, più oltre, l’antica Contrada Cornale, con interessanti edifici rustici di epoca tre-quattrocentesca recentemente restaurati. Poco oltre, solitaria ed isolata nella verdeggiante campagna, si incontra la chiesetta di S.Fermo; il piccolo edificio religioso dalla caratteristica struttura romanica risale al XII secolo, pur evidenziando profondi rimaneggiamenti compiuti nei secoli XV e XVI.
La facciata della chiesa presenta al centro, in posizione inconsueta, l’originario campanile con tre ordini di bifore ai quattro lati, considerato a ragione un piccolo gioiello dell’architettura romanica minore; incastonato in una delle bifore del campanile, è visibile un frammentario fregio in pietra di età alto-medievale.
Più avanti ancora (prima viuzza sulla destra), su uno sperone roccioso a picco sull’Oglio sorge l’antico castello di Trebecco, di cui si ha menzione documentaria già nel 1032. Si accede all’interno attraverso un bel portale a sesto acuto sovrastato da una torre in pietre squadrate.
Trebecco è oggi una suggestiva e piacevolissima contrada di vecchie abitazioni costruite all’interno della triangolare struttura difensiva; presenta angoli con cortili comunicanti e strette vie che conservano i consueti caratteri del borgo medievale.




@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597