Adro

Il luogo era abitato giÓ in epoca preistorica, alla quale risalgono frecce silicee trovate presso Torbiato. Nel 1934 furono rinvenute tombe romane con lucerne, armi e monete del sec. III d.C. Da un documento del 1175 risulta che la cattedrale di Brescia possedeva una cappella dedicata a San Martino. Almeno fino al 1050 Adro Ŕ citato nei documenti come un "vicus" e non come "castrum": dunque il castello sarebbe sorto dopo quest'epoca. Un castello era anche a Torbiato, dove nacquero Stefano da Torbiato, che fu podestÓ di Mantova nel 1199, e il vescovo di Brescia (1244-53) Azzone, che ospit˛ nel 1251 papa Innocenzo IV. Nel 1490 il comune di Brescia rivendic˛ alcune sue proprietÓ che erano state usurpate dagli Adrensi. E' ricordato, nel 1522, il passaggio delle truppe francesi che si ritiravano, 13 anni dopo la travolgente avanzata in territorio bresciano di Luigi XII. Nel '600-700 assunsero importanza nel paese i Bargnani, che nel 1670 avevano ereditato, attraverso un matrimonio, le proprietÓ in Adro di Baldassare de' Capitani Nicolini. Ai Bargnani si deve la costruzione del palazzo che ospita oggi gli uffici del Comune.




@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597