Parzanica

Parzanica, questo piccolo centro agricolo di poche centinaia di abitanti sembra aver mantenuto inalterata negli anni la propria fisionomia rurale e quella tranquillità, derivata da un forzato isolamento secolare, che ancora oggi ne rendono rilassante e piacevole il soggiorno.
La strada che oggi collega il paese a quelli vicini è stata tracciata solo nel 1957.
Consigliata una visita al nucleo abitato, il quale conserva ancora alcuni interessanti complessi rustici del passato sopra i quali, in posizione dominante, fa spicco la tardo settecentesca Parrocchiale di S.Colombano; all’interno si distingue una tela secentesca con i "Santi Rocco, Sebastiano e un Papa martire", mentre tra gli arredi merita menzione una croce processionale in rame sbalzato dorato del XVI secolo.
A monte dell’abitato, a dominare l’intera vallata, sorge la chiesetta della SS. Trinità, un edificio religioso le cui struttura originaria romanica è oggi testimoniata dall’abside in pietra; all’interno si segnalano alcuni interessanti affreschi di epoca tardo quattrocentesca raffiguranti la "Trinità e Santi", recuperati e valorizzati da un recente restauro.
Oltrepassato il nucleo abitato e seguendo una strada a tornanti si scende sino alla frazione Acquaiolo, dove si conservano numerosi cascinali rustici in pietra di particolare interesse. Ottimo da qui lo scorcio panoramico a picco sul Lago d’Iseo. Il territorio di Parzanica, dai 740 m.s.m. del suo centro abitato si protende fino a lago, dove un agglomerato di vecchie case allo sbocco della valletta dei Foppi costituisce la piccola frazione di Portirone. In evidenza il sottopasso tra le vecchie abitazioni di pescatori, attraverso il quale si scende alla riva. Dietro, oltre la strada, una piccola cascata si insinua a balzo tra le rocce, quasi a picco sul lago.




@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597