Sulzano

╚ una piccolo comune con una attrezzata stazione di villeggiatura. Buone le attivitÓ ricettive: alberghi e camping efficienti, ospitano migliaia di turistiogni estate. La strada provinciale Sebina taglia in due l'abitato: lato lago si trova il borgo antico dove le antiche abitazioni si alternano ad approdi per le barche dei pescatori regalando scorci romantici, e ancora ville, la sede del comune, la chiesetta di S.Elisabetta ed il caratteristico porticciolo da dove partono i battelli che collegano in pochi minuti Sulzano con Montisola; lato monte, invece, si trova il centro storico con la settecentesca Parrocchiale di S.Giorgio con discreta decorazione barocca.

La zona fu abitata giÓ in epoca romana. Il nucleo principale era un tempo Martignago, del quale Sulzano era solo lo scalo lacustre. Nel Medioevo le terre erano di proprietÓ del monastero bresciano di Santa Giulia. Vi ebbero fino al '700 proprietÓ i feudatari iseani Oldofredi. Anche qui, come nei paesi vicini, si diffuse la lavorazione della lana e delle coperte in particolare, che dur˛ fino all'800. Secondo il rettore veneto Giovanni da Lezze, nel 1610 Sulzano aveva 200 abitanti (a Martignago erano 100), e non aveva nÚ muraglie nÚ castello. C'erano otto "calchere da far calcine, dove lavorano molte persone, et vien portata in molte parti di questo territorio, conducendo per barca per il lago d'Iseo". Nel bosco lavoravano i carbonai. Ai lanifici subentrarono i retifici, grazie al fatto che alcuni artigiani di Montisola preferirono trasferirsi sulla terraferma per facilitare i trasporti.




@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597