RUBRICHE
  ·   Mondo  Lavoro
  ·   Ricette
  ·   Cinema
  ·   Meteo
  ·   Il Vangelo di Callisto
  ·   Auto e Motori

 


IL VANGELO DI CALLISTO
IL PENSIERO DEL DÌ DI FESTA

Domenica di Pentecoste 08 Giugno 2003
Giovanni 15,26-27 - 16,12-15

Lo ''Spirito di verità'' vi guiderà!...

La Chiesa celebra domani una delle sue più grandi feste: la Pentecoste, che ricorda due avvenimenti: uno dell'Antico Testamento, la consegna delle Tavole della Legge con l'alleanza stabilita tra Dio e il suo popolo, l'altro del Nuovo Testamento, la discesa dello Spirito sugli apostoli.
Il vangelo che verrà letto nelle chiese domani parla di questo Spirito, e lo definisce, lo "Spirito di verità". Di esso Gesù dice:

''Quando verrà lo Spirito di verità,
Egli vi guiderà alla verità tutta intera
perché molte cose io ho ancora da dirvi,
ma per il momento non siete capaci
di portare del peso
''.

Terminata la Sua rivelazione al mondo, Gesù annuncia ai suoi discepoli la venuta di questo Spirito di verità. Bella davvero questa definizione: ''Spirito di verità''!
E per Giovanni la funzione fondamentale dello Spirito è di rendere testimonianza a Cristo, di introdurre i discepoli a tutta intera la verità richiamando alla loro memoria ciò che Cristo aveva detto.
Quindi nella Chiesa, lo Spirito, è il grande maestro di verità, è Lui che la istruisce senza aggiungere nulla alla parola decisiva del Padre annunciataci dal Figlio.
Perciò lo Spirito Santo è anche il grande testimone del Risorto, che continua a svelare ai cristiani di tutti i tempi il significato di ciò che Gesù ha detto.

Ecco cos'è la verità per il cristiano: il significato profondo di quello che Cristo ha detto e ha fatto!
Ma è sempre facile capire la verità?... Penso proprio di no!... Gesù stesso l'ha detto: ''Di molte cose per il momento non siete capaci di portarne il peso''.
Ma è vero che noi uomini forti e vitaminizzati, ''di molte cose'' non siamo capaci di ''portarne il peso''?... Di quali?... E perché?...
Cogliere, per esempio, il significato profondo della parola amore, della parola giustizia, della parola perdono, della parola pace, non vuol forse dire assumersi un enorme peso sulle spalle, che da soli certamente non siamo capaci di portare?...

Infatti chi è capace di portare il peso dell'amore fino in fondo attraverso una dedizione totale, se lo Spirito di Dio non l'aiuta?...
Chi è capace di costruire, giorno per giorno, costantemente la pace, senza cedere a nessun compromesso, portando avanti semplicemente, ma con terribile costanza un discorso di non violenza, se lo Spirito di Dio non lo sostiene?...
E chi è capace di perdonare fino in fondo arrivando anche a dimenticare l'offesa ricevuta, togliendola dalla propria mente, ma soprattutto dal proprio cuore, se lo Spirito del Signore, che è Spirito di perdono, non compie in lui questo miracolo?...
Ecco perché Gesù poteva dire che ''per il momento ''non siete capaci di portare il peso'' della mia parola, ma verrà su di voi lo Spirito di verità che vi darà questa forza''!...

La verità è anche rivelazione delle cose future, cioè degli effetti della risurrezione di Cristo sull'ordine del mondo.
In questo senso possiamo dire che la verità è utopia, perché gli effetti della risurrezione del Signore non sono ancora completamente presenti.
Sono semi che stanno crescendo, sono piccole piante che soltanto in un domani porteranno i frutti. Ma la verità anticipa nella fantasia, nel desiderio, questi effetti; perché io credo che il calore dello Spirito farà fruttificare questi semi, farà crescere questi alberi, farà maturare questi frutti. Ma questa è utopia!... E non abbiamo forse detto che la verità è utopia?...

Per me la festa delle Pentecoste è una delle più belle dell'anno liturgico.
Da anni la passo ad Assisi con gruppi di giovani coppie che l'anno precedente ho preparato al sacramento del matrimonio, e forse anche per questo è una festa che suscita ricordi ed emozioni profonde.
Infatti la mattina di Pentecoste ci troviamo sempre nel bosco delle "Carceri" dove Francesco si ritirava a pregare e li dedichiamo qualche ora al silenzio, alla riflessione ed alla preghiera.

Vorrei che anche i miei amici che non vanno a Messa facessero questa esperienza, ma soprattutto riscoprissero in se la forza e la gioia di invocare quello Spirito nel quale certamente credono, perchè nessun uomo che sia degno di questo nome può negare l'esistenza dello spirito.

E per aiutare tutti in questa riscoperta e conseguente preghiera vi offro le presenti invocazioni ''utopiche'', perchè chiedono cose importantissime, ma che - nella situazione della società attuale - non abbiamo nemmeno la forza di sperare, anche se dobbiamo avere il coraggio di domandare.

Spirito di verità
aiutaci a cogliere nel mondo
il tuo avvenimento di sincerità e giustizia.
Aprici alle profondità dell' amore,
perchè possiamo crescere insieme
disponibili gli uni agli altri,
dediti al reciproco servizio.

Spirito di unità
aiutaci a cogliere nel mondo
il tuo avvenimento di comunione.
Fortifica con il tuo fuoco
quanti sono già uniti e fratelli,
ma riconcilia i divisi nell'odio
affinché costruiscano una umanità di amici.

Spirito di libertà
aiutaci a cogliere nel mondo
il tuo avvenimento di liberazione.
Noi ci riconosciamo alienati,
incapaci di liberarci
perchè incapaci di amare.
Liberaci dalle nostre schiavitù,
perché possiamo camminare
su vie di giustizia e di carità.


@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597