I Mammiferi

Questo tipo di fauna presenta interessanti aspetti: scomparsi i grossi carnivori di cui resta più la memoria, rimangono importanti popolazioni di ungulati.
L'unico caso di presenza storica accertata tra i mammiferi predatori, è quello della lontra. Essa, negli anni '20, popolava ancora il corso del fiume Oglio tra Sarnico e Palazzolo.
Rimangono, quindi, alcune specie di grandi erbivori di estremo interesse, come il cervo, il capriolo ed il cinghiale. Quest'ultimo è stato introdotto artificialmente nel territorio, mentre il cervo ed il capriolo hanno avuto una diffusione spontanea.
Le altre specie di mammiferi, come il riccio, la talpa, il ghiro, diverse specie di arvicole, toporagni, pipistrelli e topi sono estremamente comuni. Tra i carnivori ricorrono nel bacino del lago d'Iseo, la volpe, la donnola, la faina, la martora ed il tasso.
Questi ultimi due mustelidi hanno fatto la loro comparsa dopo i rimboschimenti di conifere, accompagnandosi alle presenze abituali dei boschi, come quella dello scoiattolo, del quercino e del moscardino.


LA NATURA
  Geologia
  ·   Rocce
  ·   Montagne
  Flora
  ·   Boschi
  ·   Praterie Falciate
  ·   Praterie Aride
  Fauna
  ·   Mammiferi
  ·   Uccelli
  ·   Rettili
  ·   Anfibi
  ·   Pesci

@email Informativa Cookies COPYRIGHT © 2001 - 2017 - Realizzato da Unitec Services & Web - P.IVA 01868730597